Perché usare le spezie in estate?

Condividi sui Social!

Perché usare le spezie in estate?

L’estate è un periodo caratterizzato da calore, giornate lunghe euna natura al pieno della sua vitalità. Anche noi esseri umani percepiamo gli effetti energetici dell’estate: grazie al caldo esterno, le nostre energie
circolano più facilmente, facendoci sentire svegli e pieni di vitalità. Siamo generalmente più attivi, meno stanchi e meno depressi, abbiamo più voglia di socializzare, di innamorarci, di passare le notti fuori a ballare.

Però l’estate ha anche degli svantaggi per il nostro organismo. Un grosso problema può essere il caldo. Nella medicina cinese il periodo estivo viene associato al sistema funzionale del Cuore perché è questo a soffrire di più il caldo. Nelle giornate afose la pressione bassa costringe molte persone a cercare rifugio in casa, al fresco; si parte per la villeggiatura oppure per il mare.

Il caldo estivo può causare irritazione alla pelle, acne, eruzioni cutanee, sudorazione e colpi di calore.

Per mantenersi freschi duranti i mesi estivi, l’antica medicina indiana, nota come Ayurveda, raccomanda di consumare spezie ed aromi che stimolino il raffreddamento.

Tra gli aromi estivi troviamo: la menta, i semi di finocchio, le fogli di coriandolo, i semi di coriandolo, l’aneto e i semi di cumino.

Mentre, tra le spezie rinfrescanti troviamo il cardamomo e lo zafferano.

Spezie: proprietà benefiche per tutto l’organismo

Utilizzate per insaporire e sostituire il sale in numerosi piatti, le spezie sono anche alleate di bellezza e salute, grazie alle loro componenti nutrizionali.

Spezie ed aromi sono tra gli alimenti vegetali quelli più ricchi di antiossidanti,  di composti bioattivi come le vitamine e sali minerali.

Alcune depurano l’organismo, altre sono utili al dimagrimento, sia aumentando il senso di sazietà e inducendo, quindi, a mangiare meno, sia perché hanno una funzione termogenica, ovvero bruciano i grassi e accelerano il metabolismo”.

Utilizzare le spezie in cucina, quindi, è un’ottima abitudine, sia per rendere i piatti più sfiziosi, con gradevoli note orientali, sia per contrastare numerosi disturbi e malattie.

Scopriamo insieme le proprietà che caratterizzano il cardamomo.

Il Cardamomo

Il cardamomo ha un sapore forte e intenso, che lo rende perfetto per aromatizzare torte e creme, ma anche per preparare liquori e tisane.

“Le sue proprietà sono dovute ad un olio essenziale che contiene limonene, nerolo e geraniolo che lo rendono utile in caso di infiammazioni del cavo orale, mal di stomaco e ipertensione”.

Inoltre, è benefico per la funzionalità dell’apparato cardiovascolare e per le vie urinarie.

Per quanto riguarda eventuali controindicazioni, il cardamomo è una spezia generalmente ben tollerata. Tuttavia, occorre porre attenzione al suo consumo quando si soffre di calcoli biliari, perché, in tale caso, potrebbe causare dolori addominali o addirittura provocare coliche.

Condividi sui Social!

Share this Post!

About the Author : admin

0 Comment

Leave a Comment

Your email address will not be published.