COMUNICAZIONE AZIENDALE

Misure aziendali straordinarie di adeguamento al DECRETO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI 8 marzo 2020 “Ulteriori disposizioni attuative del decreto-legge 23 febbraio 2020, n. 6, recante misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19. (20A01522) (GU Serie Generale n.59 del 08-03-2020)”

A seguito della pubblicazione del decreto n. 6 del 08/03/2020 in materia di misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19, la presente ditta procede a adottare le seguenti misure straordinarie di contenimento del rischio di contagio sia verso il proprio personale direttivo ed operativo, sia verso la propria clientela e fornitori con cui il personale interno viene a contatto fisico o in condizione fisica ravvicinata.

Misure di riorganizzazione interna del personale

Il personale dipendente e dirigente è invitato, a partire dal lunedì 9 marzo e fino alla decorrenza delle misure indicate dal Governo italiano, ad attenersi alle seguenti disposizioni obbligatorie, la cui elusione verrà sanzionata nelle modalità e nei limiti delle disposizioni contrattuali vigenti in rapporto alla gravità stimata dell’azione elusiva.

  1. Il personale è obbligato a rilevare la propria temperatura corporea ogni giorno, all’inizio di ogni turno di lavoro, mattutino e pomeridiano, annotando la stessa e firmando l’apposito registro interno aziendale.
  2. Nel caso in cui, la persona riporta una sintomatologia da infezione respiratoria e febbre (maggiore di 37,5° C), la stessa è obbligata a rimanere presso il proprio domicilio e a limitare al massimo i contatti sociali, contattando telefonicamente il proprio medico curante e avvisando immediatamente, tramite telefono, l’azienda.
  3. In caso di sospetta contaminazione, l’azienda adotterà le indicazioni per la sanificazione e la disinfezione degli ambienti aziendali previste dal Ministero della Salute.
  4. A scopo informativo, l’azienda richiama l’attenzione del personale interno sul significato, le modalità e le finalità dell’importanza dell’isolamento domiciliare in caso di sospetto contagio, al fine di assicurare la massima adesione e l’applicazione delle seguenti misure:
    a) mantenimento dello stato di isolamento per quattordici giorni dall’ultima esposizione; b) divieto di contatti sociali;
    c) divieto di spostamenti e viaggi;
    d) obbligo di rimanere raggiungibile per le attività di sorveglianza.
    In caso di comparsa di sintomi la persona in sorveglianza deve:
    a) avvertire immediatamente il medico di medicina generale o il pediatra di libera scelta e l’operatore di Sanità Pubblica;
    b) indossare la mascherina chirurgica fornita all’avvio della procedura sanitaria e allontanarsi dagli altri conviventi;
    c) rimanere nella propria stanza con la porta chiusa garantendo un’adeguata ventilazione naturale, in attesa del trasferimento in ospedale, ove necessario.
  5. nei limiti del possibile, possibile, l’azienda, in accordo con il dipendente, valuterà l’eventuale fruizione di periodi di congedo ordinario o di ferie, nel caso in cui non ricorrono gli estremi della malattia;
  6. è vietato al personale aziendale entrare in contatto fisico con i visitatori del punto vendita. A tal fine, è necessario adottare adeguate azioni e soluzioni che consentono alle persone di non essere fisicamente vicine ad una distanza inferiore ad 1 metro di cui all’allagato 1, lettera d), del decreto su citato.
  7. Il personale è obbligato ad igienizzare le proprie mani ogni qualvolta entra in contatto con oggetti potenzialmente contaminati dal visitatore, utilizzando l’apposito dosatore di soluzione idro-alcolica o antibatterica. Allo stesso modo, bisogna sanificare le superficie di vendita con cui il visitatore è entrato in contatto o è stata potenzialmente contaminata, utilizzando una soluzione idro-alcolica o antibatterica. L’azienda mette a disposizione del personale apposito dosatore per il lavaggio delle mani, carta asciugatrice usa-e-getta e vaporizzatore di soluzione idro-alcolica da utilizzare sulle superficie del punto vendita.
  8. Il personale che intende entrare in contatto diretto con i prodotti in vendita e destinati ad essere consumati tal quale, come, ad esempio, verdure, uova, salumi, frutta, deve, preventivamente, procedere alla sanificazione delle proprie mani.
  9. La superficie calpestabile del punto vendita aziendale va pulita ed igienizzata con materiale antibatterico almeno due volte a settimana.
  10. Va evitato l’assembramento, all’interno del punto vendita, dei visitatori durante le ore di apertura al pubblico. Tenuto conto delle dimensioni e delle caratteristiche del locale di Via Salara Vecchia, 5/22 di Pescara, l’azienda fissa in n. di 4 i frequentatori massimo possibili al fine di far rispettare la distanza di almeno un metro di cui all’allegato 1 lettera d), del decreto cit., tra i visitatori.
  11. Il personale è invitato ad informare i visitatori di attenersi alle misure preventive aziendali per i visitatori e a indicare la possibilità dell’uso dei servizi igienici per i visitatori in caso di necessità, assicurandosi di disinfettare le superficie igienico-sanitarie di tale servizio subito dopo l’uso.
  12. Durante il periodo di vigenza delle presenti misure, sono sospese le riunioni di lavoro interne o con consulenti se non è possibile adottare le misure preventive sopra citate.
  13. L’azienda non adotta l’apertura del punto vendita nei giorni festivi e, per tutto il periodo in cui saranno in vigore le misure precauzionali adottati dal Governo con il decreto su citato, valuterà l’opportunità di ridurre i tempi di apertura al pubblico, sempreché ciò non impedisca alle persone il necessario approvvigionamento alimentare in condizioni di sicurezza.

Misure di informazione e sensibilizzazione verso i visitatori

L’azienda al fine di contrastare e contenere il rischio di contagio da COVID-19, informa tutti i visitatori del punto vendita aziendale di Pescara con apposite azioni, passive ed attive.

L’azienda, a tal fine, adotta le seguenti misure informative e preventive, quali:

  1. Esporre un cartello alla vetrina di ingresso con i consigli di precauzione raccomandati ai visitatori di comportamento all’interno del punto vendita e suggerite dal Governo;
  2. Inviare, già nella giornata di lunedì 9 marzo 2020, un messaggio ai propri clienti e al pubblico di avviso delle misure adottate, utilizzando gli strumenti più adeguati possibili, come e-mail, messaggi whatsapp e post sulla propria pagina social di Facebook e sui Gruppi Facebook aziendali “Gli Amici di Saperi Locali” e “Frutta e verdura fresca bio a Pescara”;
  3. Assicurare con appositi segnali verticali e orizzontali la distanza massima consentita a cui il visitatore deve attenersi durante il proprio contatto fisico con il personale interno durante le operazioni di cassa;
  4. Assicurare al visitatore l’accesso ai servizi igienici interni al punto vendita, dotati di apposito dosatore di sapone e di carta usa-e-getta, nonché di vaporizzatore di soluzione idro-alcolica a disposizione per il visitatore.

L’azienda assicura che la distanza tra i visitatori avvenga nel rispetto della distanza di sicurezza interpersonale tra persone, che non facciano parte del medesimo nucleo familiare o conviviale, di un metro di cui all’allegato 1 lettera d), del decreto cit., fino all’allontanamento, dal punto vendita, del visitatore che non intende attenersi a tale misura.

Segue, il testo della comunicazione diretta ed indiretta aziendale da diramare a clienti, fornitori e visitatori del punto vendita di Pescara.

Pescara, 8 marzo 2020

L’Amministratore Unico
Dr.ssa Paola Renzetti

“Misure Igienico-Sanitarie adottate da SAPERI LOCALI s.r.l. di conformità al DPCM n. 6/2020”

1. Tutti i visitatori di SAPERI LOCALI sono invitati a non assembrarsi all’interno del negozio, evitando di venire in contatto con un’altra persona e, in ogni caso, di attenersi al rispetto di una distanza minima di almeno 1 metro dall’altra persona, specialmente se non è un convivente e se trattasi del personale dell’azienda.

2. Non è consentita la contemporanea presenza in negozio di oltre 4 persone. Nel caso in cui, dentro il negozio tale limite potrebbe essere superato, si invita il visitatore ad attendere fuori dal negozio il suo turno di ingresso.
3. Si avvisano i visitatori che, all’interno del negozio, è possibile usufruire degli appositi servizi igienico-sanitari, destinati ai visitatori per le proprie necessità personali di igienizzazione.

4. Si informano i visitatori che questa azienda ha adottato un severo protocollo preventivo e di contrasto all’emergenza epidemiologica da COVID-19, attenendosi alle misure raccomandate dal D.P.C.M. n. 6 dell’8 marzo 2020. Il protocollo aziendale di prevenzione specifica viene pubblicato sul sito dell’azienda.

5. Si invitano tutti i visitatori ad attenersi alle misure di prevenzione adottate dall’azienda e di seguire le raccomandazioni suggerite dalle autorità sanitarie locali, quali:
a) lavarsi spesso le mani per almeno 40 secondi;
b) evitare il contatto ravvicinato con persone che soffrono di infezioni respiratorie acute;

c) evitare abbracci e strette di mano;
d) mantenimento, nei contatti sociali, di una distanza interpersonale di almeno un metro;
e) igiene respiratoria (starnutire e/o tossire in un fazzoletto evitando il contatto delle mani con le secrezioni respiratorie);
f) evitare l’uso promiscuo di bottiglie e bicchieri, in particolare durante l’attività sportiva;
g) non toccarsi occhi, naso e bocca con le mani;
h) coprirsi bocca e naso con un fazzoletto se si starnutisce o tossisce;
i) non prendere farmaci antivirali e antibiotici, a meno che siano prescritti dal medico;
l) pulire le superfici con disinfettanti a base di cloro o alcol;
m) usare la mascherina solo se si sospetta di essere malati o se si presta assistenza a persone malate.